logo_facebook facebook: EuroNetOffida

EURO-NET promuove la cooperazione territoriale europea.

 

EURO-NET alla luce dei successi maturati nei precedenti progetti europei intende supportare Enti Locali, no profit ed imprese nella partecipazione ai programmi europei per il periodo si programmazione 2014-20.

In particolare supporta enti pubblici e privati nell’euro-progettazione e nella ricerca e costruzione di partenariati europei per la partecipazione ai bandi di cooperazione territoriale europea che riguardano le Regioni adriatiche.

 

4 sono i programmi che interessano la Regione Marche:

1) INTERREG EUROPE,

2) ADRATICO-IONICO (ADRION),

3) MED,

4) ITALIA-CROAZIA.

La Cooperazione Territoriale Europea (Cte) fa parte degli interventi previsti dalla Unione europea per rafforzare la coesione economica e sociale al suo interno e ridurre il divario tra i livelli di sviluppo delle varie regioni. Attraverso la Cte territori diversi di Paesi diversi condividono esperienze e soluzioni pratiche per risolvere problemi comuni.

La Cte è finanziata dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) con 1,1 miliardi di euro che rappresentano il 2,7% del bilancio europeo per il periodo 2014-2020, e si suddivide in: transfrontaliera, transnazionale e interregionale.

La cooperazione transfrontaliera sostiene lo sviluppo di attività economiche e sociali tra aree geografiche confinanti.

La cooperazione transnazionale sostiene l'innovazione tecnologica, l'ambiente e la prevenzione dei rischi, la mobilità, lo sviluppo urbano sostenibile.

Le risorse dei diversi programmi sono attribuite attraverso bandi pubblici.

L’attuazione dei programmi è disciplinata da norme comunitarie ed è assicurata da strutture comuni di cooperazione (Autorità di gestione, Segretariato tecnico congiunto, Comitato di sorveglianza) alle quali partecipano rappresentanti dei diversi Stati partecipanti.

Il cofinanziamento FESR per i partner italiani pubblici e di diritto pubblico copre l’85% del costo del progetto, per i partner privati no profit è pari al 75%.

Per i partner italiani pubblici, il restante 15% di cofinanziamento è a carico del Fondo di rotazione nazionale come definito dalla Delibera CIPE n.10 del 28 gennaio 2015.

 

La cooperazione interregionale (INTERREG EUROPE 2014-2020) interessa tutto il territorio europeo ed ha l’obiettivo di apportare un contributo significativo allo sviluppo delle politiche regionali attraverso azioni volte a migliorare gli strumenti di programmazione, i policy instruments (ad esempio: leggi, piani regionali/provinciali/comunali, strategie, programmi). Il programma è strutturato in 4 assi: 1 - Ricerca, sviluppo tecnologico e Innovazione; 2 – Competitività delle PMI; 3 – Low Carbon Economy; 4 – Ambiente ed efficienza energetica.

I progetti, correlati strettamente ai PON e ai POR dell’obiettivo Investimenti per Crescita e Occupazione, possono essere presentati da enti pubblici provenienti da diverse regioni europee che lavorano insieme da 3 a 5 anni su una tematica condivisa.

Al programma possono partecipare le Autorità di Gestione dei programmi dei Fondi strutturali, le autorità regionali e locali, le agenzie ed istituti di ricerca.

Interreg Europe 2020 è cofinanziato dall'Unione europea con il Fondo europeo di sviluppo regionale-FESR ed ha una disponibilità finanziaria di 359,326 milioni di euro.

 

MED è il programma di cooperazione territoriale europea transnazionale che coinvolge le regioni dei 10 paesi UE che si affacciano sul mediterraneo e dei tre paesi non UE (Albania, Bosnia-Erzegovina e Montenegro).

Il Programma MED ha l’obiettivo di migliorare la competitivita' dello spazio mediterraneo e garantirne la crescita in una logica di sviluppo sostenibile.

Il programma, approvato dalla Commissione europea il 2 giugno 2015 con decisione C(2015) 3756, interessa regioni di dieci Stati Membri dell'Unione: Cipro, Croazia, Francia, Grecia, Italia, Malta Portogallo, Regno Unito (Gibilterra), Slovenia, Spagna, e di tre Stati non UE in pre-adesione: Albania, Bosnia-Erzegovina e Montenegro.

I quattro obiettivi tematici (ex art. 9 regolamento UE 1303/2013) selezionati sono: Promuovere le capacità di innovazione dell’area per sviluppare una crescita intelligente e sostenibile; Sostenere strategie a basse emissioni carbonio ed efficienza energetica in specifici territori dell’area programma (città, isole, aree remote); Promozione e protezione delle risorse naturali e culturali; Rafforzare la governance dell’area Mediterranea.

 

Italia Croazia è il programma di cooperazione territoriale europea transfrontaliera che coinvolge parti delle regioni italiane e croate che si affacciano sul mare adriatico.

Italia Croazia ha l’obiettivo di contribuire al raggiungimento degli obiettivi di Europa2020 e alla Strategia Europea per la regione Adriatico-Ionica.

I quattro obiettivi tematici (ex art. 9 regolamento UE 1303/2013) non sono ancora stati individuati. La discussione sembra orientata su: innovazione e internazionalizzazione, adattamento al cambiamento climatico, patrimonio naturale e culturale, trasporto marittimo.

Questi obiettivi saranno attuati attraverso progetti che coinvolgono regioni dei due Stati membri. Ai bandi possono partecipare autorità pubbliche (o equivalenti) e soggetti privati.

 

 

Adrion (acronimo di Adriatico-Ionio) è il Programma di cooperazione territoriale europea transnazionale che coinvolge 4 stati membri UE: Italia, Slovenia, Croazia, Grecia e 4 paesi IPA: Albania, Serbia, Montenegro, Bosnia Erzegovina.

Il Programma Adriatico ionio ha l’obiettivo di supportare la Strategia Europea per la regione Adriatico-Ionica.

Questi obiettivi saranno attuati attraverso progetti che coinvolgono regioni di almeno tre Stati membri. Ai bandi possono partecipare autorità pubbliche (o equivalenti) e soggetti privati.

Il programma interessa regioni di quattro Stati Membri dell'Unione: Croazia, Grecia, Italia e Slovenia, e di quattro Stati non UE: Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e Serbia.

Adrion è cofinanziato dall'Unione europea con il Fondo europeo di sviluppo regionale-FESR ed ha una disponibilità finanziaria di 83,467 milioni di euro. I Paesi non UE partecipano con i fondi IPA (strumento finanziario per i Paesi in Pre-Adesione).

 

EURO-NET EUROPEAN COOPERATION NETWORK

Associazione per la promozione della cooperazione europea ed internazionale
Iscritta ai Registri Regionali Regione Marche delle persone giuridiche private al n. 283 e
delle associazioni operanti per la pace, i diritti umani, la cooperazione e la solidarietà internazionale al n. 48

Borgo Cappuccini n. 3 – 63073 Offida (AP) - ITALIA
codice fiscale n. 92046090442
Tel. +39.0736.880843 – Fax +39.0736.888235 – E-mail: info@eurocoopnet.eu - vinke@tiscali.it